Stampa

Le nostre coltivazioni

“I FRESCHI DI GIORNATA”:
tutti i Nostri prodotti vengono raccolti e lavorati in giornata.

Pomodoro

coltivazionipomodoro Il pomodoro da industria è la coltura orticola di maggior interesse a livello nazionale. L’ambiente di coltivazione e il territorio d’origine giocano un ruolo decisivo sulla qualità e sul sapore. Il produttore, a cui è richiesto il massimo grado di professionalità, deve saper gestire insieme agli agronomi del gruppo, adeguati piani di fertilizzazione e strategie di difesa, il cui unico scopo è di prevenire varie avversità di natura fisiologica che parassitaria a cui questa coltura è soggetta.
L’irrigazione è una delle pratiche colturali più critiche: i tempi e i modi in cui l’acqua è distribuita, possono influenzare in modo determinante la quantità e la qualità dei raccolti.


Vegetali

Pisello, mais dolce, borlotto fresco, cannellino, cece e fagiolino.

coltivazionivegetali
Da un punto di vista agronomico, le piante di pisello, borlotto/cannellino, cece e fagiolino, appartengono botanicamente parlando, al genere leguminose, la cui caratteristica principale è di avere sulle radici un batterio, il Rhizobium leguminosarum, che è in grado di fissare l’azoto atmosferico. Tale proprietà è utilizzata in agricoltura per effettuare la rotazione delle colture concimando così il terreno. Il mais dolce appartiene alla famiglia dei cereali che, dal punto di vista agronomico viene definita una coltura miglioratrice della struttura del terreno, perché con il suo voluminoso apparato radicale, migliora la struttura del terreno.

Per tutte queste coltivazioni è fondamentale che il rapporto tra tecnico e agricoltore sia il più fidato possibile, perché per poter ottenere un prodotto di alta qualità, è necessario coltivarle nei terreni più vocati. Per rendere le coltivazioni orticole tracciabili ai fini della sicurezza alimentare, ad ogni agricoltore ed a seconda della zona di ubicazione dei suoi appezzamenti, verrà fatta coltivare una determinata varietà scelta dall’industria che verrà seguita periodicamente per applicare le migliori tecniche agronomiche possibili. A ridosso della raccolta i tecnici di Conserve Italia eseguono delle misurazioni periodiche degli indici di maturità per determinare il momento più adatto per la raccolta, per ottenere delle materie prime di qualità ed assicurare allo stesso tempo una adeguata produttività e redditività delle colture orticole per i Soci.


Frutta

Pesche, pere, albicocche, mele, nettarine, prugne.

coltivazionifruttaConserve Italia è la prima azienda in Italia per volumi di frutta trasformata, che viene destinata alla produzione di nettari e succhi di frutta, frutta allo sciroppo, compotes, frullati di frutta e confetture.
La frutta destinata alla trasformazione industriale è pari a circa 3.500 ettari di coltivazioni specializzate. L‘assistenza ai produttori tecnica è assicurata dalle Cooperative socie di Conserve Italia e coinvolge oltre 100 agronomi specializzati che definiscono e seguono l’applicazione delle corrette tecniche di  impianto, coltivazione, irrigazione e difesa dei frutteti fino alla determinazione dei tempi di raccolta. Per le produzioni frutticole vengono seguite le tecniche di coltivazione e di difesa definite dai Disciplinari di Produzione Integrata.
Tutta la produzione di frutta destinata alla trasformazione da parte di Conserve Italia è certificata da Produzione Integrata, assicurando in tal modo l’uso di tecniche di coltivazione e difesa sostenibili ed a basso impatto ambientale.


Consumatori

Conserve Italia mette a disposizione parte delle sue risorse per rispondere in modo veloce e coerente alle tue domande e ai tuoi dubbi. Puoi contattarci al numero verde gratuito 800 885030.

ENTRA

Lavora con noi

Se vuoi entrare in contatto con noi, compila il tuo curriculum vitae on line.
Tutti i curricula verranno esaminati.
I potenziali candidati verranno contattati e convocati per un colloquio conoscitivo.

ENTRA